giovedì 24 aprile 2014

Cook books parte 2! :)

Il libro di Manuel l'ho scoperto per caso, vagando su internet qualche giorno fa e mi sono subito innamorata della copertina! 
Questo perché siamo abituati e vedere mani di donne che impastano, oppure facce di cuochi famosi... ma due mani da uomo... provviste di tatuaggi... ecco, questo non lo si vede spesso (nei libri di cucina intendo). Così mi sono incuriosita e sono andata a sbirciare nel suo blog ed ho deciso che dovevo avere il libro il più presto possibile! :) In più, ultimamente, la cucina vegana mi affascina! Quindi cosa ho fatto? Ho tolto il pigiamone e sono corsa in libreria, ovvio! 
E lui era li, che mi aspettava! L'ultima copia! :) Era chiaramente destino! Quindi con il mio bottino me ne sono tornata a casa sperando di non incontrare nessuno perché volevo solo andare a sfogliare il mio nuovo libro!!


Se la copertina prometteva solo grandi cose, una volta aperto il libro mi sono ritrovata in un mondo fantastico... ero già innamorata (ancora di più) dopo la prima frase che potete leggere nella foto in alto... mi sono commossa! sul serio!


Il libro è diviso in 11 capitoli dai titoli adorabili, tipo "Fame chimica"!:) Che promette di soddisfare stomaci affamati anche in situazioni dove il cibo lo si vuole subito! ;)





Si passa poi dalla re-invenzione di ricette tradizionali in chiave vegan (tipo i tortellini o i passatelli!!!), ai piatti per un bel pic-nic... e tutte le ricette sono illustrate da fotografie coloratissime! E la carta non è lucida, è opaca! Come piace a me!



L'omone in questione è Manuel Marcuccio, il libro si chiama Uno cookbook e per me è un acquisto da fare se siete un po' addicted come me ai libri di cucina provvisti di foto belle e colorate, pieni di spunti su dove trovare i diversi ingredienti utilizzati ed anche una buona dose di esperienze personali raccontate in modo fluente ed accattivante!  

Che dire... io ne sono rimasta entusiasta! Alla prossima! :)

martedì 22 aprile 2014

Uno smoothie purificante! :)


Ingredienti per un mega frullatone purificante:

- 1 mango,
- 1/4 di avocado,
- 280 ml di latte di soia.  


Frulliamo tutto, versiamo il composto in un barattolo di vetro bello capiente, aggiungiamo una cannuccia e sorseggiamo il frullato possibilmente all'aria aperta respirando a pieni polmoni! :)

venerdì 18 aprile 2014

Di carsharing, trenitalia e biglietti agognati!



Incredibile ma vero le vacanze di Pasqua sono arrivate! Ed io mi sono ritrovata completamente impreparata! Per non dovermi confrontare con il sito di Trenitalia, ho continuato a procrastinare per giorni e giorni, fino a sabato scorso, quando il biglietto lo dovevo fare per forza, sennò addio pasquetta in campagna! Il mio problema con Trenitalia (ops, scusate, i problemi)è che appena comincio con la ricerca dei treni comincio ad innervosirmi così tanto che:

- o comincio a piangere,
- o comincio ad urlare,
- tutte e due le opzioni di sopra insieme,
- oppure spengo tutto e non faccio più il biglietto...

Cioè, mi sento un po' perseguitata... non so se succede anche a voi! Già che mi hanno tolto il diretto Bolzano-Lecce per me è da criminali! Quindi io devo partire da Trento, arrivare a Bologna e poi (con una attesa o di 4 minuti o di un'ora e mezza) prendere il treno per Foggia! Ma dico io... 4 minuti di attesa sarebbero anche fighissimi se fossimo in Giappone! Il treno della coincidenza arriverebbe in orario ed io salterei al volo sul successivo e in 4 ore e mezza vedrei la mia mamma! Ma siamo in Italia e la cosa non funzionerebbe così (meglio non prospettarlo nemmeno lo scenario di "io che rimango in stazione a Bologna con un biglietto di un treno partito...senza di me"). Un'ora e mezza in stazione, d'altra parte, è tantissimo! Il mio viaggio di ritorno diventa lungo più di 8 ore e mezza! 

E non parliamo del regionale per arrivare a Bologna... dove non c'è posto per la valigia... e dei carnai che diventano i treni in questo periodo! Insomma si vede che ho il dente amaro?

Bene, non è finita qui: giunta alla conclusione che non potevo evitare assolutamente di fare sto cavolo di biglietto, mi sono fatta il segno della croce ed ho aperto il sito... e, meraviglia delle meraviglie... erano finiti tutti i posti!!! Mentre io procrastinavo altri si erano mossi!!! Ho pianto, lo ammetto, ma poi l'illuminazione è arrivata! 

Il carsharing! Si! La salvezza! Grazie universo per aver permesso la creazione di Bla Bla Car! Quindi io parto proprio oggi! In macchina! ah ah ah Trenitalia!!! 

Unica pecca è che il mio accompagnatore mi viene a prendere a Verona! Quindi il treno lo devo prendere lo stesso! Anzi, per essere più precisi, per questione di orari, mi tocca prendere un eurocity a 16,60 euro! Quindi se doveste prendere il mio stesso treno, mi riconoscereste facilmente: sono quella con un gatto rosso in un trasportino che lancia sguardi di fuoco (il gatto non io!).

Ps: vogliamo parlare dei 666 followers su Instagram?!? Fantastico!! :)





Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...